sabato 10 aprile 2010

Enviedev

(Vorrei chiederea te che immagine potrebbe essere adatta per le mie parole,
ma non ci sei.)
(Ricordi?)


Avrei voglia di urlare in faccia a chi mi maltratta. E avrei voglia di picchiare i pezzi di merda che camminano tranquilli per strada, anche se a me non hanno fatto niente. Avrei voglia di uccidere l'ipocrisia e i suoi detentori. Vorrei palesare le mie emozioni con chi merita. Vorrei capirci qualcosa. Vorrei non vivere qui dove tutti i giorni vedo la tua faccia instabile. Vorrei non avere il mio numero. Vorrei trovare un modo per dimenticarmi di tutto e non star male. Vorrei qualcuno che possa starmi vicino in questo momento in cui niente va bene. Avrei voglia di tuffarmi nell'acqua salata. Vorrei avere un punto fermo, che ho perso. Vorrei non aver fatto quello che ho fatto due giorni fa, ma ormai è passato. Vorrei ricordarmi chi sono in mezzo a tante cose che non mi piacciono. Non vorrei arrivare al punto di odiare. O vorrei arrivare all'indifferenza. Vorrei coerenza.
Vorrei prendere un pugno e piantarglielo in faccia, senza motivo. Vorrei un pugno e minacciarlo. Vorrei usare le mie labbra per tentarlo. Vorrei ridurlo in polvere. Anche se non è niente per me.
Dovrei essere più stronzo. Dovrei farmi i cazzi miei. Dovrei mandare a fanculo la mia coerenza e sfoggiare abiti nuovi. Dovrei cominciare a bestemmiare ma sono troppo idealista. Dovrei trovare qualcuno da pregare, che mi salvi. Dovrei acconsentire a richieste soffuse, ma ho paura di far male. Dovrei trovare un equilibrio anche così. Dovrei forse seguire il mio istinto che mi dice di distruggermi? Dovrei vomitare.
Dovrei essere più forte. Dovrei superare. Dovrei andare oltre.
Dovrei fottermene.

on air "Sorrounded" Chantal Kreviazuk

6 commenti:

ashasysley ha detto...

Mi sono ritrovata in tutto quello che hai scritto. Ho stretto anche io il pugno e assaporato il sale nelle ferite, ancora una volta. Non volevo che tutto questo si tramutasse in odio o rancore. E' un sentimento che non si dovrebbe provare, perchè poi, tutto quello che ti circonda, prende di Nero. Come questo trucco sui miei occhi, come il colore dei miei capelli e quello del mio Cuore. Sputo a terra veleno, tossendo mi trattengo. Ma ha vinto. E' più forte di me e io starò male, per quello che ho provato, per quello che ho fatto due giorni fa. E me la prenderò con le persone che stasera mi diranno "Cos'hai?? Ash, prendi la vita Easy ..." E io non sono in grado di farlo. E finirò per affogarmi nella Tequila fra le braccia del primo stronzo che mi farà staccare la testa. Ma domani dovrò guardarmi allo specchio. E dovà farlo anche lui. E levo allora un lamento o come di ci tu una preghiera, perchè sia ascoltata. E questa volta perchè porti dolore nel ricordo. Eternamente. Pregherò anche per te, anche se non ho Angeli ad ascoltarmi.

ashasysley ha detto...

http://ashasysley.blogspot.com/2010/04/snuff.html

Musica e Parole.

Perfette per questo momento.

Anonimo ha detto...

Non odiare e non odiarti,l'odio può solo farti ancora più male..continua ad essere te stesso e ti salverai,ne sono sicura..=) nel frattempo vale sorridi..sorridiamo insieme=) un abbraccio!saimons

ashasysley ha detto...

Potremmo essere in mezzo alla folla, in due angoli diversi della piazza, e sentirci solo noi. Perchè in questo momento abbiamo lo stesso sangue e le stesse sensazioni e non c'è alcun altro che possa comprenderci. E rimanere rinchiusi nel nostro silenzio ed essere comunque compresi, perchè gli oggetti sono diversi, ma medesime le sensazioni. E mi alzerei per sedermi di nuovo vicino a te. Accenderei una sigaretta e mi immergerei nei tuoi occhi per trovare il ristoro che cerco.

Dado ha detto...

vorremmo essere in due a capirci qualcosa. In un periodo che vivo perchè devo, ma non perchè ne sento davvero l'esigenza.
L'unica cosa che mi consola è che ho trovato qualcuno che sta vivendo le mie stesse "disavventure".
Un abbraccio^^

Dado ha detto...

La grammatica oggi è andata in vacanza. Pure lei si prende gioco di me!!