sabato 21 giugno 2008

Chiudo gli occhi.
Manca ancora del tempo. Per cosa? Dove sarò?
Ogni mio pensiero, ogni mia emozione, ogni mia passione, è una scelta.
E' così?
Siamo capaci di distruggere tutto con un ragionamento?
E' così facile scegliere di non sentire più la voglia di suonare un pianoforte, di non voler mangiare, smettere di cantare, preferire di rimanere sdraiato a letto, invece che alzarmi, mettere su un cd e cominciare a ballare?
E riconsiderare mille parole, e gli sguardi, e ciò che provavo?
Le eterne promesse, migliorerò, ci sarò, migliorerò, ti aiuterò, sarò al tuo fianco.
Dialoghi cinematografici, e battute di spirito.
Tutto frutto del mio iper-ragionare? Proibizioni caustiche a innocue superficialità, e autosadismo.
Innocue?
Io non ho più certezze. Non so chi sono io, non so cosa voglio. Non cosa sei tu. Non so cos'è importante al mondo, non so cos'è importante per me.
Forse nulla è importante, ecco perché siamo così infelici.
O almeno, io lo sono. Ora.

7 commenti:

Alzata con pugno ha detto...

Si, io penso che possiamo decidere, decidere di volere, decidere di sentire, di non sentire più. Possiamo decicere di dimenticare, possiamo decidere di andare avanti o che non vogliamo più andare avanti. Possiamo decidere se amare, possiamo decidere di rimettere tutto in discussione.
E possiamo decidere di non riconoscerci, di vivere il nostro buio o di vivere la nostra luce.
Possiamo decidere cosa è importante e cosa non lo è.

l'incarcerato ha detto...

...forse perchè in realtà siamo tutti incarcerati.

Ricordati che gli imbecilli, i mediocri, non fanno i ragionamenti che fai ora tu, e sicuramente si credono di essere sempre felici ;)

Demian ha detto...

@alzata con pugno: se è così allora che senso ha tutto ciò che facciamo?

@incarcerato: e non stanno meglio loro allora?

l'incarcerato ha detto...

no Demian , no.

Dressel1 ha detto...

'ste cose sono la nostra rovina, ma anche il nostro punto di forza. complimenti per beethoven

Anonimo ha detto...

Pensieri, emozioni e passioni sono frutto di momenti. Forse le scelte sono casuali, quello che scegli in questo momento lo sceglieresti anche tra un istante? Chi lo sa...
"Chi più sente più soffre" mi han detto una volta. Per me è davvero così Demian. Continuiamo a iper-ragionare, troveremo le risposte a tutte le nostre domande!

Alzata con pugno ha detto...

Ha il senso di avere nelle nostre mani la nostra vita, almeno quella.