lunedì 22 ottobre 2007

E poi, dopo, sempre, sarà.


"Futuro". Questa parola mi mette paura, come la parola "Passato". Passato significa che il tempo scorre. E mi da terribilmente fastidio sapere di avere parti di passato che vorrei cancellare (e non posso). Futuro significa che non sai cosa c'è dietro l'angolo. Ma allo stesso tempo, Futuro, vuol dire che si può migliorare, che si può rimediare. Cosa c'è nel mio futuro? Cosa farò? Chi ci sarà? Dove sarò?
Ci sarà questo paese (che io, spero il più lontano possibile) o ci sarà Roma, semplice e stupido epilogo, o ci sarà Bologna, un intermedia soluzione, tra fuga e sicurezza, magari Parigi, o, ancora più bello, per me, ci sarà Londra.
C'è la musica, e la speranza di trovare un modo per cambiare questo mondo, e c'è la comunicazione, per migliorare, nel mio futuro.
E chi ci sarà vicino a me? Cosa avrò fra le mani? Mi piace pensare che una risposta già ce l'ho. Non sarò solo, comunque. Qualunque cosa succeda, qualunque decisione io prenda. Ci sarà qualcuno. Ne sono sicuro. Me l'ha detto un angelo, all'orecchio, bisbigliando, me l'ha ripetuto. E sono un po' più sicuro di me.
Insomma. Futuro. Un po' di paura c'è sempre.
Fuggire. Crescere, imparare, cambiare, migliorare. Suonare. Amare, continuare. Piangere, ridere. Superare, combattere, vincere. Sostenere, aiutare. Cantare, tanto. Danzare. Sognare, amare, ancora. Sempre di più. Vivere, insomma. Cercando di prendere le giuste decisioni, cercando di superarmi sempre, afferrare le occasioni.
Futuro, paura. Una mano, tiene la mia. Lo farà.
Sarò capace di servire me stesso come devo? Avrò il coraggio di provare? Non sono mai stato bravo nel prendere decisioni importanti, se non incitato da momentanee follie impavide. Ma sarò confortato dalla presenza affascinante di uno spirito affine, e non sarà così difficile. Un angelo me lo ha detto...
Dovrò diventare grande prima o poi. Dovrò dare un'impronta decisiva alla mia vita. Non più scelte dettate dall'inerzia. Non più svogliata inconsapevolezza. Responsabilità, finalmente. Fatica, e, magari, ricompense.
Ci saranno dolci ricordi, preziosi: quelli di questi momenti che vivo ora, ma anche di quelli prossimi, e remotamente futuri. Sento che non sparirà il sorriso dalla mia faccia. Sarò felice, con una mano nella mia, e con un sorriso nei miei occhi e il mio sorriso negli occhi altrui. Sempre.
Nel frattempo cerco di bagnarmi, come una spugna, di tutto ciò che si avvicina a me. Arriverà, prima o poi il momento di strizzarmi. Acquisisco. Assorbo più che posso, in questo anno di passaggio, per dotarmi di armi che forse mi serviranno, più avanti nel tempo. Ora acquisisco, e poi cambierà, forse, la mia vita, più di quanto non abbia fatto in questi mesi.
Mi rendo conto che il passato prossimo non è così male, effettivamente, ed è una delle poche parti del mio Passato che non vorrei cambiare. Sono soddisfatto, di me, di quello che ho fatto, di quello che ho, di chi c'è. Sono felice, sapete?! Era molto che non era così. Ora, tutto sembra più facile. Da quando ho acquisito le ali, questo cielo è bello da solcare. Vedendo il mondo da sopra le nuvole, sembra tutto diverso.
E il Futuro non è più così pauroso. C'è qualcuno che vola con me. Non servono promesse. Sarà così anche nel tanto odiato Futuro. Che ora non mi sembra poi così brutto.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Sai una cosa.. credo che in fondo saremo sempre frenati da una timida esitazione verso lo sconosciuto, ma se questo è solo un momento di passaggio, come credo che sia, dove stiamo cercando di costruire lentamente qualcosa, dove riusciamo a superare le difficoltà che ci si presentano grazie al potere dei sogni, allo spiegare delle ali, a una canzone stonata tra lacrime e sorrisi.. allora avremo un futuro che trasformerà tutto ciò che abbiamo assorbito e trattenuto in pioggia, pronta a cadere e a ricordarci chi siamo, un giorno lo sapremo, e educare le mie ali nn sarà poi così difficile, come per me sembra essere ora. Credo tanto nel futuro, i ricordi permetteranno di volare ancora più in alto verso nuove scoperte e tante altre emozioni.. ma tu sei già a metà strada,spero davvero che tu possa realizzare i tuoi sogni, nn importa quando, in quale parte del mondo, con chi, sapere di riuscirci, questo permette di restare in volo ossrvando il mondo da sopra le nuvole. un salutone ..

Anonimo ha detto...

ops mi sn scordata di firmarmi, sn la solita mattacchiona (arianna)

Soft and Strong Little Yashal ha detto...

I need to know that you’ll come back to me. Back to me.
And you'll come back to me
In my arms

I know,you'll do.
You're my Yashal.

Parlo di musica,della tua musica.
I'll be ForEver,with you.
P.

Adynaton86 ha detto...

Non c'è bisogno di grossi sproloqui per dire che in questa condizione d'incertezza ci sguazziamo proprio tutti... Nessuno sa cosa l'aspetta, sa soltanto ciò che vorrebbe eliminare dalla propria Storia, ma non può farla. La vita è un inganno, a volte per viverla davvero bisogna un po' prenderla per il culo.
Un abbraccio,
Ady

Kaarle ha detto...

ciaoooo!!! sono arrivato anche quiii :) sono onnipresente ormai!!! mwuahahah!!!
Halloween s'avvicina!! la notte delle streghe accrescerà i miei poteri demoniaci!! ahahah
questo tuo commento mi sa molto di "tempus fugit"... certo + tempo passa più vi avvicinate alla mia forca, mortali!! ahahhaahah

il signore dell'oscurità